mercoledì 26 aprile 2017

Scritto da Valentina Tringali

Sostituire un tetto standard con un tetto verde amorevolmente adornato da piante o da pannelli solari sempre più trendy può fare miracoli per ridurre l'impronta di carbonio di un edificio.
I pannelli solari sul tetto sono un'opzione sempre più accessibile: il prezzo medio di un impianto fotovoltaico residenziale è gradualmente diminuito, a partire da $ 2.40 al watt nel 2012 a $ 1.58 al watt nel marzo di quest'anno, secondo l'indice dei prezzi PV di Solar Choice.

Un tetto di un edificio può essere utilizzato per molto più della semplice raccolta dei raggi solari. Infatti, i tetti cosiddetti freddi mirano a fare esattamente l'opposto, riflettendo quanto più possibile l'energia del sole. Un tetto piatto al sole di mezzogiorno riceve circa 1.000 watt di luce del sole per metro quadrato. Un tetto scuro assorbe gran parte di questa energia, riscalda il tetto e l'edificio sottostante, nonché l'aria circostante. I condizionatori che succhiano questa aria calda possono ulteriormente esacerbare i requisiti di raffreddamento dell'edificio.

"Se hai un tetto freddo, questo problema può essere eliminato", afferma Geoff Smith dell'Università di Tecnologia Sydney, specialista in tecnologie per il tetto verde.

Il modo più semplice per riflettere i raggi del sole è quello di dipingere un tetto bianco - qualcosa che i Greci hanno fatto per secoli. Un tetto bianco riflette circa l'85% della luce del sole che lo colpisce - almeno quando è pulito - e riscalda solo alcuni gradi più caldi della temperatura dell'aria esterna. Un tetto nero, al contrario, può riscaldarsi raggiungendo più di 80 ° C, secondo l'esperto di costruzione sostenibile Chris Jensen dell'Università di Melbourne.

"Sulle mattonelle di un tetto nero potresti friggere un uovo, e su un tetto freddo potresti camminare a piedi nudi", dice Jensen-

Recentemente, il gruppo di Smith ha prodotto rivestimenti dei tetti che mantengono le temperature ancora più basse della temperatura ambiente. Essi raggiungono ciò riflettendo la luce del sole tramite fogli di plastica sottili - simili a un involucro di plastica - spesso combinati con strati di argento e altre nanoparticelle riflettenti.

A differenza dei tetti verdi, che possono richiedere notevoli infrastrutture per essere sostenuti, i tetti freddi possono essere ottenuti con un rivestimento verniciato su un tetto già esistente. Mentre il bianco riflette la luce più visibile, i tetti colorati possono essere resi più freddi rivestendoli con materiali studiati per riflettere la luce nello spettro a infrarossi, che contribuisce anche alla quantità di calore che ottiene un tetto.
I vantaggi di un tetto freddo si estendono oltre l'edificio in cui si trova. L'aria riscaldata che si trova sopra i tetti scuri è un grande contributore all’innalzamento delle temperature urbane di tre o quattro gradi. La modellazione del riscaldamento urbano a Chicago ha stimato che la temperatura dell'aria sopra i tetti freddi sarebbe stata ridotta di 7-8 °C rispetto ai tetti convenzionali. I tetti freddi hanno superato anche i tetti verdi - per circa un grado.
Anche i risparmi energetici sono grandi. L'aumento della riflettività del tetto da 10-20% a circa il 60% può ridurre i costi di raffreddamento di un edificio di oltre il 20%. Ma non tutti gli edifici ne beneficiano: un appartamento o un blocco di uffici di un grattacielo non riceverà in nessun posto gli stessi vantaggi di un magazzino, centro commerciale o aeroporto a bassa quota, o anche di una abitazione a un solo piano. Come ulteriore vantaggio, il lavoro di Jensen e dei suoi colleghi ha dimostrato che i pannelli solari installati su un tetto freddo producono quasi il 7% in più di elettricità in rispetto a quelli installati su un tetto convenzionale.

Nel 2009, i ricercatori del Lawrence Berkley National Laboratory degli Stati Uniti hanno stimato che circa 24 gigatoni di emissioni di anidride carbonica all'anno potrebbero essere compensate se le città del mondo adottasserp tetti freddi - non male dato che le aree urbane rappresentano solo l'1% della superficie terrestre. L'offset per una singola casa con un tetto di 100 mq è di circa 6 tonnellate di anidride carbonica - un pezzo decente delle 26 tonnellate pro capite di gas a effetto serra che gli australiani stanno emettendo.

Una critica sui tetti freddi è che i vantaggi del raffreddamento in estate possono essere superati da un aumento della domanda di riscaldamento in inverno. Ma secondo Smith, i tetti sono raramente i principali colpevoli di perdita di calore negli edifici australiani.

Una delle principali sfide, dice Smith, sta nell’affrontare il problema estetico. Anche se i tetti più chiari diventano sempre più popolari nel clima più caldo del Queensland, dice, "molta gente ha timore all'idea di un tetto bianco".
Reactions:

0 comments :

Posta un commento