mercoledì 19 marzo 2014

In un contesto quale quello odierno in cui l'alimentazione, per ragioni salutistiche e ambientali, sta acquisendo sempre più un ruolo chiave nel mondo globale, si inserisce il tema principe di EXPO Milano 2015, il cui titolo è infatti: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita." Tale tematica rimanda al più ampio concetto di sviluppo sostenibile, ed è infatti in tale direzione che si muove EXPO 2015, finalizzata alla scoperta e individuazione di modelli di sviluppo per assicurare a tutta l'umanità un'alimentazione buona, sana, sufficiente e sostenibile, ossia capace di tutelare la biodiversità indispensabile per la salute del pianeta.
A tale scopo EXPO 2015 lancia il Bando Internazionale "Best Sustainable Development Practises on Food Security" (BSDP), che intende raccogliere e diffondere esperienze di sviluppo in grado di produrre miglioramenti a livello ambientale, produttivo, sociale, tecnico scientifico, istituzionale. Il Bando è supportato dal programma Feeding Knowledge, finalizzato alla creazione di una rete scientifica internazionale di ricerca e innovazione in ambito di sicurezza alimentare, e in generale per l'identificazione di politiche e piani programmatici che realmente rispondano a criteri di sviluppo sostenibile. Il fine di BSDP è infatti una legacy che possa rilevarsi utile negli anni a venire non solo per l'Italia ma anche per il resto del mondo.
Regione Lombardia sarà altresì una stretta collaboratrice per una serie di interventi informativi e formativi con riguardo al settore dell'Educazione Alimentare. Quest'ultima ricopre infatti un ruolo chiave nella cornice dello sviluppo sostenibile in quanto decisiva per formare i cittadini ad un consumo critico e consapevole. In primis occorre essere coscienti delle relazioni tra i nostri consumi e la filiera produttiva, con particolare riferimento al tessuto produttivo locale e alla stagionalità.
Conoscere ed apprezzare le produzioni del territorio significa inoltre avere coscienza delle proprie radici culturali e rispettare le tradizioni che caratterizzano la comunità in cui viviamo in un'ottica di sostenibilità. Mercati dei contadini e spesa a km 0 devono essere pertanto riportati al centro dell'attenzione e valorizzati. Ciò contribuirà anche ad un innalzamento qualitativo dei prodotti offerti sul mercato.
Un paese la cui fama e ricchezza sono in gran parte dovute al settore agricolo e alla sua ricchissima nonché salutare cultura alimentare risulta essere la cornice ideale per un focus sui temi suddetti.
Il mio personale augurio è che EXPO 2015 possa segnare una svolta per le politiche di Green Economy dell'Italia, la quale, come ha affermato Jeremy Rifkin qualche anno fa, ha tutte le potenzialità per porsi alla guida di un cambiamento in tal senso.


Costanza Gabbrielli
Reactions:

0 comments :

Posta un commento